Skip to main content

IL DETAILING E LE SUE FASI.

In un articolo precedente, abbiamo affrontato il DETAILING, che cos’è e come è nato.
In questa seconda puntata, affronteremo le varie fasi del processo di Detailing, fasi che si possono così suddividere:

  • Prelavaggio e Lavaggio/Washing:“…chi ben comincia è a metà dell’opera”. È per questo che una pulizia profonda dell’auto, comprese ruote e cerchioni, è essenziale per iniziare al meglio il nostro processo.

    Il lavaggio “classico” viene preceduto dal pre-lavaggio. Protagonisti di questa fase sono i prodotti sgrassanti volti a eliminare dalla carrozzeria residui di catrame, resine, escrementi di volatili e residui di sporco accumulatisi nel tempo. Spesso nella fase di pre-lavaggio vengono usati prodotti più potenti proprio per riuscire ad eliminare lo sporco più ostinato con la conseguenza che qualche volta questi intaccano anche la protezione della vernice. Proprio per questo motivo consigliamo comunque l’uso di una cera per ridonare la protezione adeguata alla vernice.

    Terminata questa prima fase, si passa al lavaggio vero e proprio che viene solitamente realizzato dal detailer attraverso il metodo dei “due secchi”, secchi muniti di una griglia sul fondo, dove nel primo sarà versata acqua e shampoo mentre nel secondo la sola acqua. Il primo secchio servirà, pertanto, per insaponare la nostra spugna e/o il nostro guanto da passare, poi, sulla carrozzeria mentre l’altro secchio per risciacquare i nostri strumenti di pulizia senza mai contaminare il primo e poter continuare ad attingere, ogni volta, da un contenitore il più puro e pulito possibile.

    Come detto inizialmente, il lavaggio è importante anche per ruote e cerchioni. Se l’auto viene pulita costantemente non serviranno per tutte queste parti prodotti aggressivi e si potranno utilizzare prodotti con ph neutro, ma eliminare bene tutti i residui, anche con un guanto, è di fondamentale importanza per poter passare alle fasi successive.

    Ovviamente prima iniziare la seconda fase di decontaminazione bisogna asciugare perfettamente l’auto in tutte le sue parti, per fare questo consigliamo l’utilizzo di aria compressa e di panni in microfibra con elevato potere assorbente.

  • Decontaminazione/Claying: è un passaggio assolutamente fondamentale perché elimina tutte quelle impurità difficilmente percettibili ed eliminabili con il semplice lavaggio. La decontaminazione meccanica viene effettuata tramite l’uso di claybar: barrette di argilla lubrificate, per agevolare lo scorrimento, che passate su piccole zone alla volta permettono di “raccogliere” i residui. Oltre alla soluzione meccanica esiste anche la decontaminazione chimica, ovvero attraverso l’uso di prodotti chimici specifici che permettono di eliminare residui ferrosi, di inquinamento stradale, ecc… Con la decontaminazione si conferisce all’autoveicolo un netto miglioramento visibile e palpabile ed è una fase estremamente importante per fare in modo che i trattamenti successivi possano agire correttamente sulla superficie.
  • Lucidatura: dopo una corretta valutazione dei difetti – che solitamente sono ossidazioni (per l’utilizzo di prodotti aggressivi e le lunghe esposizioni al sole e agli agenti atmosferici), swirls (difetti comuni generati da un lavaggio e da una asciugatura non accurati), rids (difetti lineari), ologrammi (errata lucidatura), calcare (lavaggio con acqua calcarea depositatasi sulla superficie), buccia d’arancia (errata verniciatura), segni di carteggiatura, code di maiale (errata lucidatura) – si passa alla fase della lucidatura, fase che permette di eliminarli completamente. In questa fase, la cosa migliore è scegliere polish adeguati al tipo di difetto e alla tipologia di lavorazione che vogliamo fare: a mano, con rotorbitale o con lucidatrice rotativa.
  • Protezione: a garanzia di tutto il lavoro già svolto nelle prime 3 fasi del detailing, il passaggio chiamato “protezione” consiste nell’applicazione di specifici prodotti protettivi. Una volta resa la carrozzeria come nuova ed eliminate anche le più piccole imperfezioni, ecco che si passa a preservarne la lucentezza creando uno strato protettivo mediante apposite cere il cui effetto può durare anche svariati mesi e permettono all’auto di facilitare anche i lavaggi successivi evitando sprechi di soldi e tempo.
  • Mantenimento: come ogni processo di ristrutturazione che si rispetti, una volta completato resta ancora l’obiettivo di poterlo mantenere il più a lungo possibile. Anche in questa fase finale, l’utilizzo di prodotti specifici, innovativi e di qualità sarà una prerogativa essenziale al fine di riuscire a mantenere nel tempo l’auto lucente e brillante, come se fosse – sempre – appena uscita da un vero salone di bellezza!

I agree to the Privacy Policy

  CONTACT US